Le nuove dipendenze

nuove dipendenze

E’ un termine entrato da qualche anno a far parte, ufficialmente, del parlare comune: le nuove dipendenze, note anche come “new addictions”, rappresentano la punta dell’iceberg di un complesso di comportamenti che gli individui della società moderna possono assumere in seguito a determinati tipi di stimoli, di norma incentivati dalla competizione e dal vivere sociale con tempi sempre più stringati e impegni pressanti.

Le nuove dipendenze, a differenza di quelle classiche, sono perlopiù originate esclusivamente da comportamenti, e spesso non implicano l’utilizzo di alcuna droga, uno dei caratteri fondamentali che le diversifica e le rende uniche nel loro genere, pur facendo quasi sempre capo ad uno stato di disagio psicofisico del soggetto, che cerca in attività compulsive e scarsamente controllabili una via di fuga dalla pressione sociale o semplicemente dalla noia quotidiana.

Tra le “new addictions” troviamo anche molte attività che a prima vista potrebbero considerarsi socialmente accettabili. Non manca infatti la dipendenza da lavoro, in quanto generalmente visto come fattore per cui essere premiati in caso di eccesso reiterato e prolungato nel tempo; oppure potremmo considerare la sempre più pressante dipendenza da shopping, che a differenza di quanto si potrebbe pensare non è un’esclusiva prerogativa del genere femminile, avendo contagiato trasversalmente diverse categorie demografiche, grazie alla sempre maggiore disponibilità di merce in grado di soddisfare ogni nostro desiderio.

Una delle dipendenze più pressanti è inoltre riemersa in tutte le sue forme, nonostante possa essere considerata una delle più antiche del mondo, ovvero il sesso compulsivo. Spesso nasce da difficoltà comunicative o di espressione dei propri stati d’animo o sentimenti con persone di fiducia in ambienti che incentivano la libertà personale. La fruizione del sesso libero è diventata ben più semplice grazie anche agli incontri programmati online, promuovendo inoltre un uso di Internet sicuramente non adatto alle capacità del mezzo.

Il denominatore comune delle nuove dipendenze, tra le quali può considerarsi compreso anche il gioco d’azzardo incontrollato, è rappresentato dalla presenza di un’immediata gratificazione, vista come necessaria e non procrastinabile con attività più complesse, che implichino una riflessione da parte dell’utente che ne fruisce.

Il passaggio ad una distinzione tra un’attività sana ed una dipendenza passa, quindi, proprio dal benessere effettivo per l’armonia dell’individuo e la sua gratificazione a lungo termine, e non nella soddisfazione immediata e artificiosa di uno stimolo, che potrebbe portare all’aggravarsi e al ripetersi di tali comportamenti incontrollati fino all’esaurimento psicologico definitivo del soggetto.

Commenta

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Centro San Nicola

Checking...

Ouch! There was a server error.
Retry »

Sending message...

Hai bisogno di aiuto?

Se pensi di avere bisogno di aiuto, per te o per un familiare, contattaci e ti aiuteremo.

Il/la sottoscritto/a dichiara di aver acquisito le informazioni contenute nella informativa ai sensi dell’art. 13 d.lgs. n. 196/2003, e di prestare il consenso ai sensi dell’art. 23 d.lgs. n. 196/2003 per il trattamento dei propri dati personali per le finalità di cui all’informativa.


Captcha

10 - 9 =