La ludopatia aumenta i casi di separazione familiare

ludopatia

La ludopatia è stata inserita di rigore fra le cause più frequenti delle separazioni e dei divorzi in Italia. Scopriamo di più su dipendenza da gioco e famiglia.

È importante ricordare che in dieci anni di monitoraggio, il gioco d’azzardo è cresciuto del 350% nel nostro paese, dimostrandosi non solo come un fenomeno sociale, ma come una vera e propria patologia. Si tratta di un disturbo del comportamento, che come tale inizia a essere trattato e quindi curato in speciali centri di recupero e di disintossicazione. La malattia è frutto di un’industria economica che non conosce crisi di sorta e che si propone in crescente ascesa, visto il numero di sale slot che vengono aperte ogni anno in Italia e l’afflusso di slot machine che affollano i bar e i locali da nord a sud del paese.

La ludopatia è una patologia che mina i rapporti familiari e che può tradursi nella loro distruzione. I cari e i familiari possono infatti comprendere che esiste una patologia che può essere curata, e scegliere di stare vicino alle persone nel percorso di guarigione, oppure abbandonarle e scegliere di spezzare i rapporti familiari.

È importante notare che spesso la ludopatia può legarsi anche a situazioni violente, a eventi criminosi e a comportamenti caratterizzati dalla bugia e dalla falsità. Chi è dipendente dal gioco può infatti fare di tutto per procurarsi i soldi da spendere, in quanto è fermamente convinto che si tratti di un investimento che porterà ad una sicura vittoria. I legami familiari possono quindi spezzarsi per vari motivi e il numero di separazioni e di divorzi che fanno seguito alla dipendenza dal gioco d’azzardo è in crescente aumento nel nostro paese.

Superare la ludopatia è però possibile e le stesse strutture cercano di lavorare per far sì che la famiglia possa restare unita, in quanto la presenza dei cari si propone di fondamentale importanza nel processo di guarigione. Se il malato dipendente sa di poter contare sulla comprensione e sulla presenza dei familiari, la possibilità di guarire più in fretta è infatti maggiore.

I centri di cura statali e privati si impegnano quindi a tessere dei rapporti familiari volti a ricucire i legami fra i coniugi e i figli, ma anche con gli altri familiari. Si tratta di un percorso spesso difficile, perché non solo la persona affetta da ludopatia è chiamata ad affrontare un percorso psicologico, ma anche gli stessi familiari.

L’aiuto può infatti proporsi completo se le terapie coinvolgono anche chi è vicino alla persona dipendente. I familiari sono invitati innanzitutto a comprendere le cause e le manifestazioni della dipendenza da gioco d’azzardo e possono essere istruiti da personale esperto per quanto riguarda i comportamenti da mantenere. Questa delicata fase interessa il presente, ma si rivela essere di fondamentale importanza anche per il futuro, in quanto una persona guarita potrebbe manifestare la dipendenza anche dopo molti anni, a causa di ragioni psicologiche o di eventi anche insospettabili.

Superare la ludopatia è quindi possibile, ma il percorso può essere più semplice e veloce se viene sopportato da una rete familiare solida e unita per combattere e sradicare la dipendenza.

Commenta

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Centro San Nicola

Checking...

Ouch! There was a server error.
Retry »

Sending message...

Hai bisogno di aiuto?

Se pensi di avere bisogno di aiuto, per te o per un familiare, contattaci e ti aiuteremo.

Il/la sottoscritto/a dichiara di aver acquisito le informazioni contenute nella informativa ai sensi dell’art. 13 d.lgs. n. 196/2003, e di prestare il consenso ai sensi dell’art. 23 d.lgs. n. 196/2003 per il trattamento dei propri dati personali per le finalità di cui all’informativa.


Captcha

3 + 7 =